Cnh separa i veicoli commerciali dalle macchine agricole

Dall’inizio del 2021 Cnh Industrial  separerà le attività stradali e quelle non stradali per creare due gruppi indipendenti. E’ quanto prevede il piano “Transform 2 Win” che il gruppo presenterà oggi a New York. In particolare, l’operazione prevede la separazione delle attività in due società quotate, una che raggrupperà il business “On-Highway” in cui confluiranno Iveco, Iveco Bus, Heuliez Bus oltre a FPT Industrial e l’altra con i business “Off-Highway”, che comprendono macchine per l’agricoltura, le costruzioni e i veicoli speciali.

La scissione, ha spiegato Cnh , posizionerà le due entità “in maniera più adeguata per consentire loro di raggiungere gli ambiziosi obiettivi del piano e, al contempo, per ottimizzare il potenziale di creazione di valore per gli azionisti. Con il progredire del processo di separazione dei due business, i punti chiave del piano finanziario, così come le azioni di ristrutturazione, saranno disaggregati in piani pro-forma per ciascuno dei due gruppi”.

Il gruppo “Off-Highway”, con un fatturato pro-forma delle attività industriali del 2018 pari a 15,6 miliardi di dollari, sarà principalmente un’azienda produttrice di macchine per l’agricoltura (75% dei ricavi), sostenuta dal business delle macchine per le costruzioni (19% dei ricavi). Mentre i veicoli speciali (6% dei ricavi) rimarranno nel gruppo “Off-Highway”.

Case IH, New Holland Agriculture e Steyer si consolideranno e si svilupperanno a partire dalle rispettive posizioni di mercato, dalle gamme prodotto ulteriormente rafforzate e da una distribuzione migliorata, nonché da investimenti in crescita per quanto riguarda le attività di automazione e digitalizzazione.

Case Construction Equipment e New Holland Construction, così come i mezzi pesanti da cava Astra si concentreranno sul migliorare la redditività, semplificare il portafoglio prodotti e aumentare le quote in segmenti per applicazioni specifiche. I veicoli da difesa e quelli antincendio Magirus svilupperanno ulteriormente le loro offerte, ai vertici del mercato per le rispettive clientele specializzate.

Il gruppo “On-Highway”, con un fatturato pro-forma delle attività industriali di 13,1 miliardi di dollari, comprenderà i marchi di veicoli commerciali Iveco, Iveco Bus e Heuliez Bus (69% dei ricavi), insieme alle attività motoristiche di FPT Industrial (31% dei ricavi). La posizione di mercato e la gamma prodotto dei marchi Iveco saranno ulteriormente rafforzate con investimenti sul prodotto e miglioramenti tecnologici, ha annunciato ancora Cnh .

FPT Industrial continuerà a offrire soluzioni di motorizzazione ai vertici del mercato e accelererà lo sviluppo di soluzioni a propulsioni alternative. Inoltre rimarrà un fornitore chiave del business “Off-Highway” tramite un accordo di fornitura a lungo termine. Il gruppo sarà quotato sia a Wall Street sia a Piazza Affari. L’assemblea straordinaria dei soci per il via libera all’operazione è prevista nel secondo semestre del 2020.

 

Fonte: https://www.milanofinanza.it